lunedì 19 dicembre 2011

Mi è difficile definirmi...: Artista.

Io non credo di meritare l'appellattivo: "artista", e sinceramente non mi piace neanche essere definito tale dagli altri, lasciamo pure che lo pensino se vogliono, ma definire una mia passione arte è comunque un elogio ma personalmente penso di non meritare tale merito.

Partiamo dal pressuposto che la mia non è  modestia, ma secondo me i veri artisti non esistono più, e coloro che realizzavano dipinti senza l'aiuto di computer dove prendere idee, cataloghi, corsi, scuole o qualsiasi altra forma d'aiuto realizzativo che facilita il nostro operato a differenza loro, ormai sono morti da secoli!
Non a caso penso che l'arte sia morta da decenni, se non da secoli, amare ciò che si fà e diverso da sentirsi definire artista. 
Quando mi chiedono "ma da dove prendi l'ispirazione?" mi verrebbe da rispondergli: "Ma cosa intendi per ispirazione???".
Non a caso anni fa avevo scritto un pensiero che rispecchia ciò che tuttora penso:
"Ogni persona ha un idea, che solo dopo gli altri chiameranno ispirazione".
Per me ciò che gli altri chiamano ispirazione, non è altro che un idea che mi girava per la testa, che alla fine ho cercato di realizzare, non sempre viene come te lo immaginavi ma l'importante è provare e rirpovare, penso che non sarò mai contento di ciò che realizzo e forse questo sarà un bene perchè vuol dire che posso crescere ancora...
Ma definire ispirazione un idea dare un titolo ad un quadro definire un dipinto opera per me è una cosa tristissima.
Sono dell'idea che l'arte e il mondo dell'arte contemporanea sia una MERDA! perchè, chi riesce a sfondare? chi riesce a diventar famoso? chi riesce ad esporre su gallerie importanti?
O i paraculati o la gente che ha tanti soldi da investire per pagare fior di critici d'arte o fior di gallerie per fare mostre personali!
Sicuramente ci sarà qualcuno che ha avuto voglia di leggere tutta sta pappardella che penserà: "Questo non capisce un cazzo!" 
Ha ragione a pensarlo, ma io da buon autodidatta posso essere fiero di dire: "Che senza aver chiesto ed aver dato niente a nessuno,  da una  passione che ho, sono riuscito a fare delle esposizioni, sono riuscito a far venire voglia alle persone di attaccarsi un mio quadro nelle pareti di casa propria, ed avere delle persone che a loro volta mi commissionano dei dipinti, e che comunque sia si complimentano per ciò che realizzo." E per me questa è la più grande soddisfazione... a differenza di altri.
Stefano in uno Sfogo personale contro tutto il sistema artistico!

8 commenti:

  1. Bhe che dire..una pappardella nella quale mi ci ritrovo.
    Nella mia passione che mi viene definita arte, da autodidatta, senza l'aiuto di computer e senza l'aiuto di nessuno...ho avuto ed ho il piacere di vedere scelti i miei quadri e la cosa ancora più gratificante, le stesse persone tornano e scelgono altri quadri. Non sono un'artista, ma amo molto l'arte ed all'arte dedico molto di questi miei giorni, anche se nella vita ho dovuto fare altro.
    Come vedi Stefano non sei il sole ed allora cerchiamo di essere meno pessimisti, in fondo ce la possiamo fare....
    ciaoo Stefano

    RispondiElimina
  2. ciao Stefano,hai ragione al giorno d'oggi ci sono trppi "artisti" o che si atteggiano a tali, ma l'importante secondo me e' fare le cose che piacciono, seguire le idee che ti vengono, esprimere quello che hai dentro, per una tua soddisfazione personale, poi se piacciono anche agli altri e' un motivo gratificante in piu' per andare avanti,come hai detto anche tu, sono le idee originali le emozioni che riesci a trasmettere che fanno di una persona un"'artista", c'e' posto per tutti, in ogni campo, ci si evolve, si cresce, hai un'animo sensibile, quindi predisposto a creare ed emozionare, anche solo quando scrivi ci emozioni, quindi non farti troppe domande e segui il tuo cuore... ciao grazie a presto rosa buon martedi.)

    RispondiElimina
  3. Come non darti ragione!
    Io mi limito a fare quello che sento e che mi piace.
    Cerco di continuare anche se a volte le circostanze esterne mi fanno sentire scoraggiata, e faccio tesoro di quello che di buono può arrivare da questa mia "attività", anche se spesso sono costretta a dipingere di notte, visto che nella vita faccio ben altro lavoro...!
    Per me l'Arte non è quello che faccio io, rappresenta più che altro un Ideale, da amare in quanto tale.
    Ciao!!!! E auguri di Buon Natale!

    RispondiElimina
  4. Ciao, io la penso molto diversamente su certi punti. Ti offro il mio punto di vista, in rispetto del tuo e di quelli che hanno commentato :)

    Io amo l'arte, l'ho studiata, la seguo e mi lascio coinvolgere da qualunque cosa sia artistico. Non mi reputo un'artista ma una creativa.

    E' vero che negli ultimi anni gli artisti si sono sprecati autonominandosi tali senza ragione, ma non concordo sul fatto che l'arte contemporanea sia pessima.
    Dal medioevo(anzi, dal paleolitoco) ad oggi le correnti artistiche si sono rincorse. In base al periodo e alle scoperte scientifiche e materiche le tecniche sono cambiate e, GRAZIE a questo, ad oggi abbiamo un bagaglio artistico non indifferente da cui partire per andare avanti.
    Infatti l'artista vero e proprio non è quello che si ispira da qualcosa o qualcuno, ma sviluppa un'idea nuova e che porta avanti la crescita dei movimenti artistici.

    La tua arte materica nasce dalla pittura informale, definita poi materica. Questa tecnica, infatti, ha cominciato a farsi strada nell'ultimo secolo ed è solo negli ultimi anni che si è ampliamente manifestata. La tua è un'arte contemporanea, no?!

    L'arte contemporanea è molto concettuale, e quella senza senso non ha motivo di essere presa in considerazione.
    Ci sono artisti, appartenenti alla corrente contemporanea, che dietro al loro lavoro ci mettono un pensiero logico e INNOVATIVO... e quando c'è l'innovazione - e non l'ispirazione - quella è arte e lui è l'ARTISTA che ha concepito qualcosa che prima nessuno aveva creato e pensato.

    Una delle materie accademiche che ho sempre amato, e su cui ho scritto la tesi, è Progettazione dell'arte, ovvero una metodologia profonda dello studio di un'opera che si vuole realizzare.
    Una tela, infatti, oltre alle emozioni deve contenere un messaggio di chi realizza l'opera e dell'epoca che si sta vivendo; deve avere un perchè, altrimenti sarà solo un pezzo di stoffa sul quale c'è del colore o un pezzo di marmo inciso.
    Tra qualche secolo i nostri futuri dovranno ricevere quello che gli artisti concettuali/contemporanei stanno lasciando.

    Se il 900 è stato il secolo dell'evoluzione informatica, è bene che la storia riporti anche questa notizia. Lavori realizzati al pc, video, stampe...etc, se hanno un progetto innovativo non vanno disprezzati anzi, vanno sostentui perchè rappresentano l'oggi.

    Alla biennale di Venezia ho visto opere splendide, realizzate da artisti con un cervello pazzesco. E lì mi sono domandata "Ma come ci sarà arrivato a concepire un'opera così originale e profonda allo stesso tempo?"
    Magari non potrò avere un loro lavoro in casa, ma potrò dire ai miei nipoti, tra 50anni, di aver visto quelle opere e di aver vissuto questo periodo artistico.
    Molti artisti sono diventati famosi dopo la loro morte, ragion per cui credo che abbiano seriamente dedicato la propria vita all'arte, indipendentemente dalla vendita dei loro lavori.

    Concludo con un esempio che faccio spesso ai ragazzi con cui faccio progetti d'arte:
    L'artista è colui che si mostra diverso, nuovo e innovativo.
    E' un pò come i cantanti (perchè anche nella musica il genere nei secoli è cambiato, così come il modo di cantare).
    Tanti sono quelli che si reputano bravi a cantare, ma in verità gli artisti della musica sono quelli che possiedono un timbro di voce originale e riconoscibile.
    Se ascolto ad occhi chiusi Eros, Baglioni, Modugno, Mina... etc..etc.. loro non sono "chiunque", ma sono gli artisti.
    Così per chi si occupa di pittura. L'artista è colui che lascia un segno originale, unico e di riconoscimento. Possiedono uno stile mai visto prima e che ci porta a riconoscerli tra mille". Sarà un esempio banale, ma i ragazzi riescono meglio a concepire le differenze tra pittore e artista.

    Scusami se mi sono dilungata ;)
    A presto!

    RispondiElimina
  5. Niente di più vero, caro Stefano!!! L'importante è fare ciò che piace, ciò che ci fa stare bene, ciò che ci consente di esprimere noi stessi e la nostra anima. Se poi questo porterà a delle soddisfazioni, ben venga...ma quello che posso consigliarti è "dipingi innanzitutto per te stesso e non per piacere agli altri" (solo così potrai andare a testa alta senza dire grazie a nessuno).
    Dubitare del nostro lavoro è segno di umiltà e di crescita personale...ne parlavamo l'altro giorno in chat, ricordi?
    Ciao e

    RispondiElimina
  6. Ciao, stamattina ho scritto un lungo commento sul mio punto di vista in merito all'arte contemporanea e sono sicura di averlo pubblicato, perchè l'ho riletto.
    Ma ora non c'è più :(

    RispondiElimina
  7. Ayame ho fatto una magia ho fatto rispuntare il tuo commento, non sò perchè ma era contrassegnato come spam ...non pensare che l'avessi eliminato perchè diverso dalle mie idee, non lo farei assolutamente, non è nel mio carattere fare una cosa del genere.

    Ayame immaginavo che ci fosse qualcuno che la pensasse in maniera diversa da me, ma è giusto e bello che sia così, perchè come si usa dire: il mondo è bello perchè vario.!
    e per fortuna che è vario!
    Ps: se hai notato il titolo del mio blog cè un filo molto logico con il tuo ragionamento...
    Comunque sia anche se sto cercando di creare qualcosa per me di innovativo a livello grafico cromatico e materico, non mi piace essere definito artista...
    Comunque ringrazio tutti per aver avuto voglia di leggere tutto, ma sopratutto perchè finalmente sò che cè qualcuno che la pensa come me!
    Stefano.

    RispondiElimina
  8. Ciao, tranquillo. Non ho mai pensato che tu lo avessi cancellato di proposito, tranquillo. Davvero :)

    L'arte è molto soggettiva ed è bello potersi confrontare :)

    RispondiElimina

Commentate con intelligenza, facendovi riconoscere firmandoli.
Grazie.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...